Speaker di venerdì 4

Carlo Alberto Garzonio

Carlo Alberto Garzonio, Dipartimento di Scienze della Terra
Università degli Studi di Firenze

Titolo dell'intervento: Paesaggi della Maremma, la natura, la storia, l’archeologia, le bonifiche, le miniere, la geotermia

Chi è Carlo Alberto Garzonio

Professore ordinario di Geologia Applicata presso l’Università di Firenze (UNIFI), è il Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra di UNIFI, e responsabile del Laboratorio di Analisi dei Materiali Lapidei e geologia applicata, dell’Ambiente e del Paesaggio. Attualmente è impegnato in studi e ricerche nel settore del restauro, della conservazione e della valorizzazione dei Beni Culturali e Paesaggistici. Socio  CAI dal 1970, sezione di Firenze, componente dal 2011 del Comitato Scientifico Centrale, presidente del CSC nel tirennio 2014-2016.

Paesaggi della Maremma, la natura, la storia, l'™archeologia, le bonifiche, le miniere, la geotermia

Sede del corso  Gavorrano (GR), Centro Congressi Porta  del Parco Nazionale delle Colline Metallifere Grossetane, e Località La Finoria, LEA, Laboratorio Educazione Ambientale
21-25 aprile 2016.

I territori della Maremma o delle maremme costituiscono un unicum di terre e paesaggi denso di natura, di natura difficile (la Mala aria), di trasformazioni e di una storia importante insediativa, archeologica e mineraria. Dalle pianure costiere, di paludi e laghi, alle colline metallifere, alle sue risorse, fino ai vulcani dell’entroterra ( fino all’Amiata), che hanno avuto come protagonista la storia mineraria (fin dagli etruschi, nel medioevo, nel rinascimento, da Vannoccio Biringuccio l’autore De Pirotechnia saggio di indagine mineraria ai primi del 1500, alle grandi miniere del 1900 soprattutto della pirite). 

Nel corso sono stati sviluppati temi ed esperienze di conoscenza e di verifica sul campo di tipo interdisciplinare, finalizzati a percorsi formativi volti all’aggiornamento della didattica sui temi della valorizzazione paesaggistica e culturale del territorio. I temi trattati costituiscono l’occasione di verifica, discussione e divulgazione di riflessioni sul ruolo del parco multitematico delle colline Metallifere, così come del vicino parco della Val Di Cornia, come volano di un differente sviluppo, culturale, turistico e tecnologico del territorio, con attività durante tutto l’anno.

E che veda al centro le proposte culturali e di conoscenza del CAI tramite la pratica dell’escursionismo ed una moderna sentieristica, strumento essenziale di valorizzazione delle risorse dei luoghi.